fbpx
Antenne San Cesareo

San Cesareo, il piano antenne e le solite promesse

Correva l’anno 2011.
Molti di voi lo ricorderanno, San Cesareo si svegliò d’improvviso con un fungo sopra la testa.
Un’antenna proprio al centro di una graziosa piazzetta, davanti al Comune, al posto di una fontana. L’ennesimo sfregio al nostro territorio.

Centinaia di cittadini scesero in piazza a gridare tutta la loro rabbia contro quel simbolo della sciatta gestione del nostro territorio.

Gli amministratori e i Consiglieri di allora, che poi sono in gran parte gli stessi di quelli di oggi, fecero una promessa, riportata in tutti i programmi elettorali:
FAREMO IL PIANO ANTENNE PER SAN CESAREO.
Un regolamento per assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti che impedisse il posizionamento selvaggio delle antenne.

Oggi, dopo 10 anni, San Cesareo non ha ancora un piano antenne. Oggi, come allora, all’improvviso dalla sera alla mattina, i cittadini della zona dei 5000 metri si sono trovati un traliccio davanti alla porta di casa senza che nessuno ne sapesse nulla, neanche il Comune. E sono stati lasciati soli, soli a studiarsi le carte e a combattere un problema che l’amministrazione si è dimenticata di affrontare.

Oggi, come 10 anni fa e come per la questione degli odori nauseabondi, l’amministrazione comunale dimostra tutta la sua impreparazione a governare un territorio, tutta la sua incompetenza nel prevedere e anticipare gli eventi e di conseguenza tutta la sua incapacità a stare dalla parte dei cittadini.

15585

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Resta aggiornato sui fatti del paese per mail o su whatsapp

Torna su
× Fatti sentire