fbpx

San Cesareo è differennte, purtroppo

La persona che vedete in foto è Luca Andreassi, professore universitario e Consigliere comunale con delega ai rifiuti di Albano Laziale. Grazie al suo lavoro ad Albano la raccolta differenziata ha superato l’80% diventando uno dei Comuni più virtuosi d’Italia e facendo così risparmiare centinaia di euro all’anno ai suoi cittadini.

Qualche giorno fa sui social del suo Comune alcuni cittadini hanno iniziato a scrivere che il servizio di raccolta abiti usati non funzionava ed hanno naturalmente criticato lui, l’amministrazione e il servizio.

Andreassi, come leggete dal suo post, non ha ignorato il problema, anzi, ha immediatamente chiesto scusa per non essere riuscito a garantire ai suoi cittadini gli standard promessi e si è messo immediatamente al lavoro per risolvere il problema.

Ecco, ora spostiamoci di qualche chilometro, vediamo cosa succede a San Cesareo quando c’è qualcosa che non funziona.

Ricordate tutti l’euforia quando è stato installato Mr Pack – il compattatore di bottiglie di plastica che ti dovrebbe regalare uno sconto sulla TARI?
L’entusiasmo è durato poco, pochissimo.

La motivazione è molto semplice: le persone diligentemente a casa mettono da parte le bottiglie di plastica, appena ne hanno raccolte un po’ le caricano in auto e puntualmente quando arrivano davanti al compattatore con il sacco di bottiglie in mano lo trovano fuori servizio. Quindi rimettono il sacco di bottiglie in macchina, ritornano a casa incazzate nere per aver perso tempo e soldi e opportunamente segnalano sui social il disservizio.

Questa cosa avviene da mesi, anzi ormai da anni. Basta scorrere tra i messaggi nei vari gruppi Facebook di zona per trovare centinaia di commenti furiosi di cittadini che esasperati hanno deciso di abbandonare il servizio. Addirittura un gruppo ha dovuto bloccare le pubblicazioni su questo argomento per quante segnalazioni arrivavano.

Beh, sapete cosa ha fatto la nostra amministrazione in questi mesi?
Nulla, come sempre.
Non solo abbiamo una percentuale di indifferenziato altissima che ci costringe a pagare tariffe più alte di altri Comuni, non solo non ci siamo dotati ancora della tariffa puntuale (come Albano) che fa pagare di meno a chi produce meno rifiuti, ma non permettiamo nemmeno a tutti di usufruire degli sconti di Mister Pack.
Il tutto nel solito silenzio assordante della nostra amministrazione.

Così come per il mercatino a km0 ormai abbandonato al suo destino, così come per la raccolta differenziata che non arriva neanche al 65%, così come il parco giochi chiuso, ma in cui vanno tutti… quando c’è un problema qui a San Cesareo nessun amministratore chiede scusa ai cittadini, nessun amministratore presta ascolto al disagio che il cittadino patisce, nessun amministratore si attiva immediatamente per risolverlo.

Ma perché negli altri Comuni di zona i problemi vengono capiti, affrontati e risolti e qui ignorati e nascosti?
Ma cosa hanno fatto di male i cittadini di San Cesareo per meritarsi questo menefreghismo?

Ps. Per la cronaca facciamo notare che ad Albano (40.000 abitanti) il Consigliere Andreassi di Mister Pack ne ha fatti mettere 4 e lo svuotano 3 volte al giorno (mattina, pomeriggio e sera). Ha messo un limite al conferimento di 100 bottiglie e soprattutto all’isola ecologia ha fatto installare una “bilancia pesa plastica” collegata ad un’app che trasforma le bottiglie in punti.
Roba dell’altro mondo per noi.

15585

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Resta aggiornato sui fatti del paese per mail o su whatsapp

Torna su
× Fatti sentire